Come evitare l'umidità negli armadi

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Rispetto alle camere, gli armadi hanno un alto rapporto tra lo spazio della parete e quello aereo. Dal momento che il calore ha più superficie da coprire, le temperature interne degli armadi saranno minori rispetto al resto della casa. Ciò è particolarmente vero per quelli scarsamente isolati o situati lungo una parete esterna. Le tracce di umidità, in questo spazio, tendono ad aumentare e a condensare vicino al soffitto, facendo sviluppare muffe e funghi.
Vediamo dunque, con questa guida, come evitare l'umidità negli armadi.

26

Occorrente

  • Bustine di gel di silice o argilla
  • Arance
  • Eventualmente, luce notturna a basso wattaggio
36

Per evitare l'umidità negli armadi, aprite le porte dell'armadio e i cassetti per almeno due o tre ore. Questo semplice accorgimento aumenterà la ventilazione mentre lo pulite, manterrà bassi livelli di umidità e riporterà il vano interno dell'armadio ad una temperatura vicina a quella del resto della casa. Posizionate quindi un prodotto essiccante commerciale, contenente gel di silice o argilla, all'interno dell'armadio, meglio se sopra gli scaffali superiori, zone in cui la formazione di condensa e muffa si concentra maggiormente. Questi prodotti sono specificatamente studiati per assorbire l'umidità nell'aria. Sistematene uno, o due, in ogni vano dei vari armadi, per evitare l'umidità.

46

Se le tracce di muffa sono molto evidenti, collegate una luce notturna a basso wattaggio in una presa elettrica nell'armadio, e lasciatela sempre accesa. Il dispositivo andrà ad aumentare la temperatura nell'armadio, per scoraggiare umidità e la condensazione, senza in alcun modo danneggiare gli abiti. Appendete un misuratore di umidità all'interno del mobile, e controllate che il livello rimanga al di sotto del 50%. Se la temperatura inizia a salire, posizionate un ventilatore nell'armadio per far circolare l'aria, tenendo le porte aperte.

Continua la lettura
56

Infine, per evitare l'umidità negli armadi, realizzate un anti-muffa fatto in casa. Prendete delle arance e fatele essiccare completamente, mettendole in una stanza al buio completo per 30-40 giorni. Quando sono pronte, ricoprite la loro superficie con dei chiodi di garofano. Appendete gli agrumi con un nastrino alle aste porta-vestiti. Non si formerà umidità e avrete inoltre un ottimo profumo. Attenzione anche ai cassetti: togliete i vecchi rivestimenti e sostituiteli con altri appena acquistati. Evitate la carta, che attira la muffa, preferendo la plastica e le fibre sintetiche. Appena possibile, arieggiate tutto il mobile, tenendo spalancate anche le porte e le finestre della stanza.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come ventilare gli armadi

Se avete un classico armadio in legno oppure una cabina, e che si trovano in un ambiente poco ventilato, è necessario adottare alcuni accorgimenti affinché l'aria entri ed impedisca il formarsi della muffa, con conseguente deterioramento degli abiti....
Pulizia della Casa

Come combattere l'umidità negli armadi

In molti ambienti la possibilità di trovare umidità è notevolmente alta. Pertanto le pareti, i mobili e gli armadi ne risentono in maniera eccessiva. Questo fenomeno si manifesta per varie cause! La prima si può attribuire alle infiltrazioni d'acqua....
Pulizia della Casa

Come profumare armadi e cassetti in modo naturale

Ultimamente quando prendiamo qualcosa dagli armadi o dai cassetti sentiamo un leggero odore di chiuso. Sappiamo che è arrivato il momento di profumare i nostri mobili. Ma non vogliamo utilizzare i soliti prodotti commerciali perché il loro odore non...
Pulizia della Casa

Come proteggere la biancheria da luce, polvere e muffe

Molto spesso la biancheria lasciata negli armadi assume un fastidioso cattivo odore, poiché gli indumenti non riescono a respirare adeguatamente. Un consiglio importante risulta essere esattamente quello di lasciare i capi un po' di tempo all'aperto...
Pulizia della Casa

Come profumare gli armadi

Capita talvolta che, se riposti in piccoli spazi come gli armadi o i cassetti, i nostri vestiti, anche se appena lavati e freschi di bucato, assumano un odore di stantio. Come fare per ovviare al problema e avere vestiti che emanano un profumo delizioso?...
Economia Domestica

Come guadagnare spazio dentro armadi e cassetti

L'ordine è fondamentale in una abitazione. Infatti una casa ordinata è senza ombra di dubbio gradevole da un punto di vista estetico. Ma soprattutto avere gli armadi e cassetti organizzati nel modo giusto, permette di sfruttare in maniera ottimale e...
Pulizia della Casa

Come pulire gli armadi in modo naturale

Quando affrontiamo le faccende domestiche, non è inusuale far fronte a diverse problematiche di varia natura. Infatti possiamo incontrare diversi ostacoli i quali devono essere aggirati affinché li possiamo agilmente superare. In questa guida avremo...
Pulizia della Casa

Come profumare armadi e cassetti

Armadi e cassetti sono punti della casa che apriamo e riapriamo ogni giorno. Al loro interno mettiamo abiti di ogni genere, che indosseremo costantemente. Per entrambi i motivi può essere davvero sgradevole lasciare il tutto abbandonato a se stesso....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.