Come eliminare una bolla d'aria da un termosifone

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Quando arriva l'inverno, il primo pensiero va subito alle temperature rigide che si devono affrontare. Perciò è indispensabile controllare che i termosifoni funzionino al meglio e che scaldino a dovere. Gran parte delle volte, alla prima accensione, ci si accorge che solo una parte del dispositivo si riscalda, mentre l'altra metà rimane fredda. Ciò è da imputare ad una bolla d'aria interna, che impedisce la corretta circolazione dell'acqua calda nel calorifero. In questi casi la soluzione è quella di spurgarlo, in modo tale da ripristinare il corretto funzionamento. Lungo i passi di questa guida vi spiegheremo come  eliminare una bolla d'aria da un termosifone.

27

Occorrente

  • Un secchio per la raccolta dell'acqua; valvola di spurgo
37

Per eliminare una bolla d'aria dal termosifone, non è necessario possedere alcuna strumentazione. Tutto ciò che serve è un secchio da posizionare al di sotto, in prossimità della valvola di spurgo. Possono inoltre servire degli stracci, qualora l'acqua non segua un getto uniforme e si depositi sul pavimento. Il primo passo è quello di identificare l'area in cui il vostro calorifero possiede la valvola di spurgo. Si tratta di una piccola rotella che nel termosifoni più moderni è posta in alto a destra. In caso contrario potrete trovarla facilmente controllando con attenzione.

47

Se avete identificato la valvola, svitatela in senso antiorario.
Potreste notare che si è indurita dopo i mesi estivi: in questo caso si tratterà di fare un po' di forza in più per svitarla. Procedete ad effettuare quest'operazione gradualmente, sino a quando l'acqua che scorre all'interno del calorifero non inizierà ad uscire. Inizialmente, infatti, uscirà tutta l'aria che blocca il termosifone: quando uscirà l'acqua, ciò significa che avrete risolto il problema.

Continua la lettura
57

Terminato anche questo passaggio, non resta che aspettare l'accensione del termosifone per verificare che gli elementi si riscaldino tutti quanti in modo uniforme. Se il problema persiste, ripetete nuovamente l'operazione lasciando uscire un po' più d'acqua e procedete ad una nuova accensione. Talvolta ci vuole del tempo per eliminare tutta l'aria, ma dovreste riuscire a farla fuoriuscire abbastanza rapidamente. Se neanche il secondo tentativo va a buon fine è il caso di chiamare un tecnico specializzato, che provvederà alla dovuta manutenzione ed all'eventuale riparazione del danno. Se vivete in un condominio, è sempre meglio parlare con l'amministratore per verificare che il sistema centralizzato non sia esso stesso compromesso.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Mettete degli stracci in terra per assorbire l'acqua che fuoriesce dal calorifero
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come smontare un termosifone dal muro

Sapere come smontare un termosifone dal muro è qualcosa di molto utile da sapere in quanto, potrebbe accadere, di avere la necessità di smontarlo e non sapere come fare. Trattandosi di una cosa molto facile da fare, sarà possibile eseguire lo smontaggio...
Ristrutturazione

Come ricoprire ermeticamente un termosifone

Il termosifone è un elemento sicuramente molto importante per il riscaldamento della propria casa, ma di certo non è il massimo dell'estetica all'interno degli ambienti oltre ad essere anche molto difficile da pulire. Per tale motivo potrebbe rivelarsi...
Pulizia della Casa

Come pulire i termosifoni in ghisa

Nelle abitazioni più classiche il sistema di riscaldamento è stato realizzato con i termosifoni in ghisa. Infatti i termosifoni in ghisa sono la scelta più economica e più comune per mantenere un buon livello di riscaldamento in casa durante la stagione...
Pulizia della Casa

Come pulire correttamente i caloriferi

Pulire correttamente i caloriferi è senza dubbio un'operazione molto importante, poiché la polvere che si accumula su di essi, potrebbe entrare in circolazione nell'ambiente e correreste il rischio di allergie a polvere e ad acari. Non è molto difficile...
Ristrutturazione

Come verniciare un calorifero di ghisa

Con il passare degli anni occorre riverniciare anche il calorifero, così come le pareti, per tornare a nuova vita: la cosa è molto più semplice di quanto possa sembrare! Molto spesso il materiale è la ghisa, quello più diffuso. Potreste approfittarne...
Ristrutturazione

Come isolare la parte posteriore del calorifero

Ottimizzare al meglio il riscaldamento della casa è importante per due finalità: la prima è quella di poter godere di un ambiente salubre, che sia sempre alla giusta temperatura; il secondo è quello di limitare la spesa, ottenendo comunque i massimi...
Esterni

Come pulire i termosifoni in alluminio

La pulizia della casa è importantissima sotto l'aspetto visivo ed igienico. I vecchi termosifoni in ghisa erano difficili da pulire, anche perché si formava facilmente la ruggine. I termosifoni in alluminio sono molto più leggeri e delicati, ma allo...
Ristrutturazione

5 modi per dipingere i caloriferi

La vostra intenzione è quella di rinnovare lo stile di casa? Avete deciso di risistemare a nuovo tutti i vostri locali per dare ad essi un tocco di freschezza? Se la risposta è positiva, bisogna porre molta attenzione ai dettagli ed ai particolari...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.