Come eliminare la muffa con un deumidificatore

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Eliminare la muffa non è solo una questione estetica. Sconfiggere la muffa è fondamentale per la salute di chi vive in un determinato ambiente, in quanto le spore di questo fungo possono provocare problemi a livello respiratorio come l'asma, le allergie, il mal di testa e addirittura, in casi più gravi, anche le polmoniti croniche. La formazione della muffa è legata di solito ad un'eccessiva umidità nell'ambiente. Prima regola per far sì che la muffa non si espanda ulteriormente e che non si ricrei dopo averla eliminata, è deumidificare l'aria. Vediamo allora come eliminare la muffa con un deumidificatore.

25

Per eliminare la muffa in maniera efficace, è raccomandato tenere un livello di umidità in casa compreso tra il 35 e il 55%. Molti deumidificatori hanno un misuratore di umidità, chiamato anche "igrometro", il quale può aiutare a svolgere questo compito. I misuratori di umidità possono anche essere acquistati separatamente presso i negozi di ferramenta e si possono facilmente collegare ai deumidificatori.

35

Un deumidificatore può seccare una stanza assorbendo l'aria umida al suo interno, catturandola sotto forma di liquido. Se una stanza presenta della muffa attiva, il livello di umidità deve essere minore. Infatti, più umidità viene eliminata, minore è la possibilità che la muffa possa produrre spore nutrienti, rendendola così dormiente. Quindi, posizionare il deumidificatore vicino alla zona maggiormente colpita e selezionare un'impostazione di alta potenza. È necessario tenere in funzione l'apparecchio fino a quando la camera si asciuga completamente.

Continua la lettura
45

Un deumidificatore può rendere inattiva la muffa mediante l'essiccazione all'aria, ma non è in grado però di rimuoverla completamente. Poiché l'umidità scompare, la muffa rimane sulle superfici in uno stato inattivo. In altre parole, alla muffa mancheranno le condizioni necessarie per emettere tossine, ma potrà comunque "risvegliarsi" in un secondo momento. La muffa secca può apparire sotto forma di sabbia o terreno.

55

Nonostante un deumidificatore non può rimuovere completamente la muffa da solo, può comunque impedire il formarsi di nuove spore. Nelle giornate umide, è necessario che il deumidificatore rimanga in funzione per un tempo prolungato per mantenere l'umidità ad un livello basso. Il rischio di formazione della muffa aumenta notevolmente quando il livello di umidità supera il 60%. È possibile misurare precisamente l'effettivo livello di umidità installando un sensore di umidità sul deumidificatore. Quando il livello di umidità supera il 60%, accendere il deumidificatore per abbassarlo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa dalla moquette

Non c'è cosa peggiore di dover avere a che fare con la muffa: questa provoca allergia, apnea, tosse e nella peggiore delle ipotesi anche problematiche di natura respiratoria. Esistono infatti molti metodi per eliminarla, e quando sono in grosse quantità,...
Pulizia della Casa

Come riutilizzare l'acqua del deumidificatore

Il deumidificatore si usa di solito per diminuire il tasso di umidità presente negli ambienti. È utile sempre, in qualunque stagione, ma soprattutto in estate. In effetti, quando l'afa sopraggiunge, con il caldo, trasforma la temperatura e la rende...
Pulizia della Casa

Come creare un deumidificatore fai da te

Senza dubbio l'umidità in eccesso è uno dei problemi che spesso si verifica nelle abitazioni, ed è un problema da non sottovalutare, in quanto può portare alle persone che vi abitano, disturbi respiratori, reumatismi, oltre a favorire la comparsa...
Pulizia della Casa

Come prevenire il problema della muffa

La muffa è un fungo pluricellulare, si trova spesso sui cibi avariati, ma è anche utilizzata nella produzione di formaggi, come il gorgonzola, e di antibiotici; questo organismo si forma negli ambienti particolarmente umidi, soprattutto se non vengono...
Economia Domestica

Come evitare la formazione di muffa in bagno

Se la vostra stanza da bagno presenta periodicamente antiestetiche tracce di muffa, potete intervenire con metodi adeguati per evitare che possa generarsi di nuovo. Nello specifico si tratta di piccoli ma funzionali accorgimenti, atti ad ottimizzare...
Pulizia della Casa

Come eliminare e prevenire la muffa

Eliminare e prevenire la crescita e la diffusione della muffa nelle nostre abitazioni è una sfida costante. La presenza di umidità nel bagno, in cucina, in soffitta oppure in cantina rende queste aree della casa il terreno ideale per la formazione di...
Pulizia della Casa

Come prevenire la comparsa della muffa in casa

La muffa è un fungo comune e diffuso nelle abitazioni. Nell'ecosistema decompone e ricicla le materie organiche. Nelle mura domestiche, invece, rappresenta un vero problema, potenzialmente pericoloso. La muffa regna in ambienti umidi, come pareti o mobili,...
Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa dai quadri

La muffa è un fungo che si forma in particolari condizioni di umidità e di calore. È importante rimuovere immediatamente la muffa presentatasi sulle pareti di casa poiché inalare le sue spore può risultare dannoso per la propria salute. Molto spesso,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.