Come eliminare i cattivi odori dai contenitori di plastica

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I contenitori di plastica si utilizzano sempre di più soprattutto in cucina. I cibi infatti, si conservano bene e a seconda della tipologia si possono addirittura usare nel forno a microonde. Ciò nonostante, quando li laviamo non sempre i risultati sono quelli sperati. In alcuni infatti, anche se sono stati accuratamente lavati con il detersivo dei piatti, rimane sempre l'odore alterato dell'alimento prima contenuto. Per rimediare a ciò, ci sono alcuni semplici accorgimenti da adottare, per cui nei passi successivi di questa guida troverete le informazioni necessarie su come eliminare i cattivi odori dai contenitori di plastica.

25

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Acqua calda
  • Spugna
  • Detersivo per i piatti
  • Bicarbonato di sodio
  • Carta di quotidiano
  • Aceto bianco
  • Panno pulito
  • Acqua ossigenata
35

Lavarli con acqua calda e bicarbonato

Per prima cosa, rimuovete eventuali residui di cibo rimasti nel contenitore in plastica, dopodiché lavatelo con acqua calda e del sapone per i piatti. Riempite il recipiente con dell'acqua molto calda e abbondante bicarbonato di sodio, avendo cura di chiudere bene il coperchio. Lasciatelo in questo stato per tutta la notte, dopodiché prendete un foglio di carta di giornale e impregnandolo con dell'acqua lo inserite all'interno del recipiente chiudendo bene il tappo.

45

Utilizzare dell'aceto bianco

L'inchiostro nero del giornale contiene del carbone attivo che ha la capacità di assorbire il cattivo odore rilasciato dal cibo, quindi risulta molto efficace. Detto ciò, successivamente lavate il recipiente con acqua calda e sapone per i piatti. Se poi nonostante ciò, odori persistono, allora per ottimizzare il risultato utilizzate dell'aceto bianco versandolo all'interno del recipiente, dopodiché usate una spugna per strofinare e spargere l'aceto bianco su tutta la superficie interna del contenitore, e alla fine versate il resto dell'aceto, lasciandolo per tutta la notte. Trascorso tale tempo, rimuovete la spugna dal contenitore e sciacquatelo con acqua calda, ed infine asciugate il recipiente con un panno pulito.

Continua la lettura
55

Inserire dell'acqua ossigenata

Inserire all'interno del contenitore di plastica dell'acqua ossigenata è un altro ottimo modo per eliminare il cattivo odore. Questa sostanza naturale infatti, oltre ad essere un eccellente disinfettante, svolge anche un'importante emulsione, tirando fuori dalle fibre plastiche le particelle di cibo che hanno creato l'inconveniente. Dopo averlo inserito nel contenitore e lasciato agire per alcuni minuti, basta un semplice risciacquo sotto al rubinetto prima con dell'acqua calda, e poi con quella fredda. Ala fine asciugatelo con un panno pulito e conservatelo oppure usatelo subito per inserire il cibo che avete appena preparato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come eliminare i cattivi odori

Quante volte ci troviamo a cucinare dei cibi che sprigionano un odore non proprio gradevole, come per esempio broccoli e cavoli e non solo, anche ...
Pulizia della Casa

Come pulire il frigorifero ed eliminare i cattivi odori

Il frigorifero e il freezer rappresentano i luoghi per eccellenza, adibiti alla conservazione del cibo. Tutti noi ci rifiuteremmo di utilizzare alimenti conservati in luoghi ...
Pulizia della Casa

Come eliminare i cattivi odori in cucina

Quante volte, sicuramente, vi sarà capitato di entrare in cucina e di avvertire dei cattivi odori, che spesso si rivelano poco piacevoli da sopportare? Non ...
Pulizia della Casa

Come eliminare le incrostazioni dalle stoviglie

Dopo aver pranzato o cenato, talvolta le stoviglie sono unte e piene d’incrostazioni difficili da rimuovere. Lavare a fondo padelle e stoviglie è molto ...
Pulizia della Casa

Come eliminare i cattivi odori di casa in modo naturale

All'interno della presente guida, andremo a occuparci della casa e, per essere più specifici, come avrete facilmente compreso tramite la lettura del titolo stesso ...
Pulizia della Casa

Come rimuovere l'odore di cipolla dalla cucina

Se amiamo cucinare spesso gli odori dei cibi si diffondono in tutto l'ambiente cucina, ma delle volte capita anche che aleggiano dei cattivi odori ...
Pulizia della Casa

Come eliminare i cattivi odori dal microonde

Per mantenere sempre in perfetto stato la nostra cucina, è fondamentale che questa venga pulita costantemente e con degli appositi prodotti che non rovinino le ...
Pulizia della Casa

Come assorbire i cattivi odori

Qualsiasi casa oltre ad essere pulita deve profumare di fresco. Ogni volta dobbiamo fare i conti con i cattivi odori che si insidiano un po ...
Pulizia della Casa

Come eliminare i cattivi odori dal frigorifero

Ogni giorno nel frigorifero delle nostre case transitano moltissimi cibi di diversa natura, che pur essendo di nostro gradimento, lasciano cattivi odori. Molti alimenti di ...
Pulizia della Casa

Come eliminare cattivi odori dal lavandino

Tutti coloro che non possiedono una lavastoviglie e sono costretti a lavare i piatti a mano, nel lavandino, sicuramente avranno avuto a che fare con ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.