Come eliminare crepe, fessure e macchie da pareti

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Le crepe superficiali e le piccole fessure delle pareti sono un problema comune in molti appartamenti: spesso ci si rivolge a professionisti del mestiere, ma è bene sapere che queste possono essere riparate rapidamente con uno stucco acrilico o a base di cellulosa. Sono tanti i casi che vi si possono presentare, per cui, vediamo nei pochi passi di questa guida come potete eliminare crepe, fessure e macchie da pareti.

28

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Attrezzatura necessaria:
  • coltello da stucco
  • pennello vecchio
  • secchio o altro contenitore (per stucco al polvere)
  • blocchetto per levigare
  • carta abrasiva a umido e a secco a grana fine
  • mastice sigillante
  • pistola per sigillatura o tubetto
38

Nel caso aveste la necessità di riparare una crepa ad una parete, con la punta di un coltello da stucco allargate la crepa andando un po' a fondo, formando una cavità a forma di V rovesciata, che consentirà allo stucco di arrivare fino in fondo. A questo punto, rimuovete qualsiasi residuo dalla superficie di lavoro con un vecchio pennello, usando una spatola flessibile, premete con forza lo stucco nella crepa per parlo penetrare in profondità.

48

Tenendo la spatola perpendicolarmente al lavoro, raschiate via lo stucco in eccesso, ma lasciate che sporga leggermente rispetto alla superficie; adesso lasciate asciugare lo stucco ed in seguito levigate la superficie per ottenere una finitura liscia. Avvolgete un pezzo di carta abrasiva a grana fine intorno a un blocchetto di legno e levigate lo stucco fino a livellarlo con la superficie per evitare che si noti il ritocco che avete appena fatto quando andrete a tinteggiare la parte.

58

Guarda il video

Continua la lettura
68

Ci sono casi, comunque, in cui è necessario applicare il mastice sigillante come, ad esempio, per riparare una crepa formatasi su un battiscopa o intorno a porte e finestre, potete applicare uno strato di mastice, assicurandovi che il sigillante sia a contatto con le superfici. Un movimento lento e continuo contribuirà a rendere uniforme lo strato, lisciate il sigillante passandovi un dito e spingendo per fare penetrare, anche in questo caso, il prodotto fino in fondo per una migliore presa e per un riempimento più omogeneo.

78

In un appartamento può succedere di avere a che fare con una macchia d'acqua derivante da infiltrazioni esterne. Potete applicare sulla macchia uno strato di sigillante a base di alluminio, disponibile in grosse latte o in piccole confezioni spray, a seconda degli usi. Prima di questa operazione, cercate di risolvere la causa del problema e lasciate asciugare il soffitto: sigillando la superficie, il prodotto formerà una buona base per la pittura. Si tratta di piccoli accorgimenti che, se seguiti, vi consentiranno di risparmiare tempo e denaro non contattando professionisti del settore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come riparare una crepa su un muro esterno

I muri sono parti fondamentali della casa. Grazie ad essi ci si può proteggere in maniera ottimale dagli agenti atmosferici e si è in grado ...
Ristrutturazione

Come eseguire un ritocco su una parete

Non di rado capita di notare, su una o più pareti della propria casa, la presenza di macchie, di incrinature o di crepe. Non è ...
Ristrutturazione

Come restaurare lo stucco veneziano

lo stucco veneziano ovvero una miscellanea di vernici nella tonalità pastello, è il fiore all'occhiello della tradizione artistica e pittorica della città lagunare. Un ...
Ristrutturazione

Come Aggiustare Le Crepe Di Assestamento Nelle Fondamenta

Facendo dei lavori che coinvolgono la casa fino al livello delle fondamenta, non è affatto raro notare la presenza di crepe più o meno grandi ...
Ristrutturazione

Come impermeabilizzare una parete in cemento

Il cemento è il materiale ideale per costruire una parete robusta. Il problema è che il calcestruzzo può permettere all'umidità di penetrare attraverso di ...
Ristrutturazione

Come riparare le crepe sui muri interni

Se in casa abbiamo dei muri che presentano delle vistose crepe, ed intendiamo risolvere il problema sia per evitare di trovare in continuazione polvere sul ...
Ristrutturazione

Come pulire e verniciare lo stucco

Lo stucco è un materiale tradizionalmente impiegato in campo edilizio, sia all'interno che all'esterno degli edifici. È noto soprattutto per la sua durata ...
Ristrutturazione

Come dipingere le pareti di una stanza con la velatura

La velatura è un procedimento particolare che viene effettuato per dipingere le pareti di una stanza: applicando questa tecnica decorativa si ottiene un effetto che ...
Ristrutturazione

Come riparare una crepa su un muro interno

Le crepe sui muri si formano per due principali motivi: movimenti e assestamenti primari dell'edificio stesso (anche se di costruzione datata) e assestamenti secondari ...
Ristrutturazione

Come decorare le pareti con stucco colorato

Per vivacizzare le stanze e donare loro un nuovo aspetto che regali comfort e serenità, si può pensare di decorare le pareti con dello stucco ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.