Come effettuare la normale pulizia di un acquario d'acqua dolce

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La pulizia di un acquario è un'operazione importantissima, da ripetere almeno una volta al mese, per garantire la buona salute e la sopravvivenza dei pesci. Non curando questo aspetto, i pesci si ammalano facilmente, perdono la vitalità, il colore. Questa guida indicherà come effettuare una normale pulizia di un acquario di acqua dolce.

25

Innanzitutto, prima di procedere, staccare le varie spine (ad esempio quella del termostato e del filtro dell'acqua) dalla corrente; in tal modo si eviterà, nel caso qualche filo fosse scoperto, di bruciare qualche componente posto all'interno dell'acquario. Munirsi di un secchio e, attraverso la pompa per tirare l'acqua, riempirlo con l'acqua contenuta nell'acquario. Una volta eseguita questa operazione, con un coppo per acquari prendere i pesci, metterli delicatamente nel secchio e adagiarvi anche il termostato, in modo da mantenere una temperatura accettabile per la sopravvivenza dei pesci.

35

A questo punto, prendere altri secchi (a seconda della grandezza dell'acquario) e, sempre utilizzando la pompa, trasferirvi parte dell'acqua residua. È sconsigliato procedere alla sostituzione dell'intera acqua in una volta sola, perché potrebbero crearsi scompensi nell'ecosistema interno. Successivamente, se sul fondo dell'acquario è presente della ghiaietta, lavarla con acqua tiepida all'interno di una comune pentola. Con una spugnetta umida dare una pulita al fondo e ai vetri laterali, senza ricorrere ad alcun sapone, ma solamente con acqua. Pulire anche il filtro; se è costituito da una spugna può essere sciacquato e riutilizzato, mentre se è di lana filtrante occorre sostituirlo.

Continua la lettura
45

Le alghe formatesi sui vetri possono essere tolte con delle calamite pulenti, ancor meglio se galleggianti.
È comunque preferibile evitare la proliferazione delle alghe ponendo all'interno dell'acquario qualche lumaca. Una volta completate le operazioni di pulizia rimettere il ghiaietto e le eventuali rocce o piante, reinserire il filtro e il termostato ma, prima di riattaccare le spine alla corrente, riempire l'acquario con acqua tiepida.

55

Se è stato usata dell'acqua di rubinetto è necessario ricorrere ad altri 2 strumenti, il biocondizionatore (per neutralizzare i metalli pesanti) e l'attivatore batterico (per riattivare la flora batterica presente), prima di rimettere i pesci nell'acquario. Se, invece, è stata impiegata acqua demineralizzata non è necessario fare altro. Una volta che i pesci saranno tornati a nuotare placidamente nella loro casa, attendere 24 ore prima di dare loro del cibo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come allestire un acquario con apparecchiature elettriche

Possedere un acquario costituisce un impegno non indifferente. Prendersi cura dei pesci e della vegetazione dell'acquario richiede massima attenzione. Perciò prima di allestire un acquario è bene capire quanto possiamo dedicarci a questo passatempo....
Pulizia della Casa

Come pulire lo schiumatoio dell'acquario

Lo schiumatoio riproduce nell'acquario marino l'effetto naturale delle onde che si infrangono sulla spiaggia che portano con loro, tramite la schiuma, le sostanze organiche disciolte nell'acqua. Con lo schiumatoio, in sostanza, viene impedito alle molecole...
Pulizia della Casa

Come pulire il fondo di un acquario

L'amore per i pesci si trasforma molto spesso in un acquario dai mille colori e pesci variegati. Stiamo parlando dell'acquariofilia, un hobby molto bello e divertente. Ma, come ogni cosa, richiede dedizione e tempo per la cura e manutenzione. In questa...
Arredamento

Come scegliere un acquario decorativo

Gli acquari decorativi rappresentano una soluzione che è in grado di rispondere ad una duplice esigenza: da un lato rende l'habitat molto più confortevole per i pesci, dall'altro è una buona soluzione anche da un punto di vista arredativo, perché...
Arredamento

Come installare un acquario a parete

L'acquario può essere senza dubbio definito uno dei migliori componenti d'arredo per trasmettere la bellezza di un fondale marino (anche se ricreato artificialmente) e la rilassatezza che produce il suono dell'acqua. Oltre al classico acquario, potrete...
Pulizia della Casa

Come pulire un acquario in plexiglass

Ci troviamo nella condizione di avere u acquario in plexiglass e dobbiamo pulire Ke sue componenti. Avere acquario si sa ha le sue problematiche, per quanto possa essere bello averne in casa. C'è la necessità che periodicamente va cambiata l'acqua e...
Esterni

Come costruire una vasca per le tartarughe d'acqua

Con una tartaruga in casa, bisogna partire con l'idea che più spazio c'è, meglio è. Si pensi alle dimensioni che raggiungerà la tartaruga una volta diventata adulta, specie se femmina. Si dimentichino, perciò, le vaschette "lager" con la palma di...
Economia Domestica

Come decalcificare l'acqua

L'acqua è la bevanda più buona che esista al mondo, nulla la eguaglia, anche se apparentemente senza sapore ne colore, l'acqua è ciò che ci disseta più di ogni altra cosa. Ma spesso l'acqua scorre in posti piuttosto sporchi o pieni di calcare, che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.