Come dividere le zone dell'ingresso dal soggiorno

di Annamaria S. difficoltà: media

Come dividere le zone dell'ingresso dal soggiornoLeggi Ingresso e soggiorno sono due ambienti fondamentali; non solo li viviamo tutti i giorni, sono anche i primi locali che un eventuale ospite incontra e con i quali si farà un'idea di noi e della nostra casa. Anche se spesso, soprattutto gli appartamenti, vengono ormai strutturati senza un vero e proprio ingresso, personalmente trovo che una divisione, magari solo leggera e parziale col resto della zona giorno sia fondamentale. Entrare in una casa e trovarmi subito in mezzo alle persone sul divano mentre ancora mi sto togliendo il cappotto lo trovo davvero poco carino. Ecco allora una breve guida ed alcune idee per separare i due ambienti.

Assicurati di avere a portata di mano: Una piantina dell'appartamento.

1 La prima cosa da fare è valutare lo spazio che si ha a disposizione. Se la zona giorno è molto ampia infatti si può pensare ad una vera e propria divisione tra l'ingresso ed il soggiorno, magari con una parete in cartongesso. Una volta creata la parete sarà possibile inserire elementi d'arredo che siano utili nell'uso quotidiano e ovviamente rispecchino il nostro gusto: una piccola armadiatura per giacche e cappotti, una consolle o un comò con una specchiera e via dicendo. Avento a disposizione molto spazio questa è sicuramente la soluzione che io prediligo, sia a livello estetico che pratico: non dimentichiamo che dall'ingresso passiamo tutti i giorni ed avere un punto di appoggio per chiavi e borsa, poter appendere la giacca o darsi un'ultima occhiata allo specchio prima di uscire penso faccia comodo a tutti.

2 Nel caso in cui non si possa o voglia creare una vera e propria parete, è necessario ricorrere ad altri interventi meno incisivi. Se l'idea di una netta divisione vi piace e avete scartato la parete principalmente per non togliere troppa luce al soggiorno, potete pensare ad un muretto in cartongesso; in questo modo non si toglierà luce al soggiorno in quanto la divisione risulterebbe, a livello ottico, solo parziale. Il muretto potrebbe poi essere rifinito basso oppure completato fino al soffitto con una libreria aperta, con un cristallo o con delle pertiche che arrivano al soffitto; insomma secondo il proprio gusto e la tipologia di casa che si sta ristrutturando.

Continua la lettura

3 Se per ragioni di spazio o di vostro gusto personale avete scartato anche l'idea del muretto basso, non vi rimane che studiare un escamotage che crei una divisione ideale e puramente visiva tra la zona ingresso ed il soggiorno.  A questo proposito dovete ancora una volta valutare bene gli spazi e l'eventuale arredamento della sala.  Approfondimento Come arredare il soggiorno con l'angolo cottura (clicca qui) Per dare l'idea di ambienti separati in realtà basta poco: una o più piante alte possono creare una sorta di separè verde e naturale; se si dispone di un divano si potrebbe pensare di girarlo in modo che dia le spalle all'ingresso, magari rifinendolo con un mobile poco profondo dietro la spalliera.In conclusione io consiglio sempre di creare una divisione tra i due ambienti e a seconda del vostro gusto personale e dello spazio di cui disponete sicuramente troverete una soluzione bella esteticamente e pratica.. 

4 In conclusione io consiglio sempre di creare una divisione tra i due ambienti e a seconda del vostro gusto personale e dello spazio di cui disponete sicuramente troverete una soluzione bella esteticamente e pratica.

Non dimenticare mai: Ricordarsi sempre di valutare bene gli spazi.

Come arredare una cucina all'americana Come ottimizzare gli spazi in un bilocale Come progettare una casa prefabbricata: la zona giorno Come procedere per le ristrutturazioni interne

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili