Come creare il lavandino della cucina in muratura

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le cucine in muratura donano sicuramente un tocco elegante e di gran classe alle case, ma possono offrire anche una valida alternativa per dividere la zona soggiorno dalla cucina, qualora non si abbiamo molti spazi a disposizione. Questa guida, offre alcuni utili consigli su come creare un lavandino adatto alla vostra cucina in muratura. Un lavandino che sicuramente riuscirà a risaltare maggiormente le qualità della vostra bellissima cucina. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • cemento
  • mattonelle di cotto o di ceramica
  • lavabo
36

In primo luogo, durante la realizzazione di una cucina in muratura, la prima cosa da fare è quella di prendere le giuste misure sulla base degli spazi ad essa dedicata: dovrete, infatti, calcolare gli spazi per il piano cottura, il lavello (singolo o doppio), il frigo e i mobili della cucina, che sono elementi essenziali, cercando eventualmente di ricavare spazi anche per la lavastoviglie o alcuni elementi supplementari. Una volta che avrete effettuato la divisone degli spazi, dovrete costruire lo scheletro della cucina utilizzando mattoncini di cotto posizionati in serie, ovvero uno sopra l'altro ed uniti tramite l'ausilio di uno strato di cemento.

46

Dopo aver costruito anche lo scheletro della cucina, potrete procedere alla creazione della zona lavabo. Se avete tanto spazio a disposizione, potrete anche prendere in considerazione l'idea di creare un doppio lavandino, molto comodo in quanto è possibile alternarne l'utilizzo nel caso uno sia temporaneamente non disponibile. I lavabi che sicuramente si adatto meglio allo stile della cucina in muratura, sono quelli in marmo, in pietra o in cemento; i lavabi di acciaio inox possono essere presi in considerazione in quanto molto igienici, anche se non vi aiuteranno a raggiungere appieno lo stile rustico.

Continua la lettura
56

Nel caso in cui avete la possibilità di costruire un lavabo in cemento con le vostre mani, potrete agire direttamente sullo spazio ad esso dedicato e, una volta terminata la realizzazione, potrete provvedere a ricoprire la superficie interna del lavello stesso (ricordate che nel lavello deve essere realizzato il foro di scarico per l'acqua) con delle mattonelle di cotto oppure di ceramica che, oltre a coprire la superficie non molto decorosa del cemento, donerà al vostro lavello in muratura un aspetto molto rustico e di classe. Optando per questa soluzione, cercate di evitare che pentole molto pesanti cadano all'interno del lavello, per evitare la possibile rottura delle piastrelle. Buon lavoro!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire il lavandino

Il lavello della cucina dovrebbe essere una delle superfici più pulite di una casa, purtroppo però molto spesso, è pieno di germi. Grazie al lavandino è possibile sciacquare la frutta, la verdura, il pesce, la carne, pulire le pentole, i piatti, i...
Arredamento

Come arredare la cucina con mobili decapè

Il design shabby chic è costituito da oggetti d'epoca o trovati, tessuti romantici e colori tenui. La cucina è un luogo ideale per portare un look shabby chic nella vostra casa perché una stanza arredata con mobili decapé ha un tocco leggero, luminoso...
Arredamento

Cucina in muratura: guida alla realizzazione

La cucina è senza dubbio uno degli ambienti più importanti della nostra casa, è qui infatti dove trascorriamo la maggior parte delle ore cucinando, pranzando, cenando oppure semplicemente bevendo un buon caffè in compagnia. Il mercato ci offre un’ampia...
Arredamento

5 cose da sapere prima di costruire una cucina in muratura

La cucina in muratura è un elemento d'arredo molto particolare che, oltre ad essere funzionale, conferisce alla casa un aspetto country chic. È una soluzione ottima per arredare case di campagna e dall'aspetto rustico. In oltre sono perfette per quegli...
Arredamento

Come rimodernare una cucina in muratura

Se in casa abbiamo optato per la realizzazione di una cucina in muratura, ed intendiamo intervenire con piccoli restauri o semplicemente renderla più elegante, possiamo adottare alcune tecniche ben precise oltre che usare materiali e prodotti adeguati....
Ristrutturazione

Come intervenire su un sifone in plastica detto a bicchiere

Lo scarico intasato è un po' il problema di tutti e, nonostante proviamo continuamente i prodotti tanto consigliati in televisione, l'inconveniente torna immancabilmente. Inoltre il nostro è un sifone in plastica detto a bicchiere che generalmente troviamo...
Arredamento

Lavello in cemento: pro e contro

Sono sicuramente diverse le ragioni per cui si potrebbe utilizzare un lavandino in cemento, e ci sono alcuni aspetti che devono essere presi in considerazione per fare in modo che un lavandino di questo tipo sia adatto alle proprie esigenze. Bisogna sempre...
Arredamento

Cucina: come scegliere i mobili sotto lavello

Quando siamo alle prese con la realizzazione o ristrutturazione di una casa, la scelta della mobilia diventa divertente e complicata al tempo stesso: dobbiamo ponderare bene le scelte, affidandoci sì al nostro gusto personale ma selezionando mobili che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.