Come costruire una vasca per le tartarughe d'acqua

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Con una tartaruga in casa, bisogna partire con l'idea che più spazio c'è, meglio è. Si pensi alle dimensioni che raggiungerà la tartaruga una volta diventata adulta, specie se femmina. Si dimentichino, perciò, le vaschette "lager" con la palma di plastica e 2 cm d'acqua che si vendono abitualmente nei negozi. Le tartarughe hanno bisogno di una vasca adeguata in cui possano nuotare, di una zona asciutta dove muoversi, di sole (ma anche della possibilità di stare all'ombra), di una giusta alimentazione e di amore. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a costruire una vasca per le tartarughe d'acqua.

26

Occorrente

  • Sassi
  • Piante commestibili
  • Eventuali decorazioni
  • Vaschetta
  • Termoriscaldatori
  • Lampade
  • Filtro
36

L'habitat ideale per tenere al meglio una tartaruga d'acqua è un laghetto all'aperto, realizzabile in giardino. Ma per chi non ha un giardino, la soluzione migliore consiste nell'utilizzare un acquario di vetro o plexiglass, materiali facilmente lavabili e disinfettabili. Se la tartaruga è sotto i 10 cm di lunghezza si può usare un acquario delle dimensioni minime di 60x30x30 cm. Naturalmente man mano che l'animale crescerà, la vasca dovrà essere sostituita da una più grande.

46

La vasca dovrà essere fornita di una zona asciutta e facilmente raggiungibile dalla tartaruga, che potrà essere costituita da un pezzo di legno, sughero o da rocce. Attenzione alle piante di plastica, che possono ferire l'animale. Meglio piante vere e commestibili, che ossigenano l'acqua e rendono l'ambiente più naturale.

Continua la lettura
56

La temperatura ideale dell'acqua è di 24-26°C di giorno con una, non indispensabile, riduzione di circa 5 °C di notte. Tale temperatura si ottiene facilmente per mezzo di riscaldatori collegati a un termostato (termoriscaldatori acquistabili in qualsiasi negozio di animali, con spesa modica). Come è stato già detto, di vitale importanza per la salute della tartaruga è l'esposizione al sole. Durante le giornate calde e soleggiate, è un'ottima pratica permettere alle tartarughe di esporsi alla luce solare diretta, fornendo sempre la possibilità di ripararsi all'ombra. Si tenga presenta che la luce solare filtrata da un vetro o dal plexiglass non apporta raggi ultravioletti ed è perciò inutile.

66

Se questa esposizione non è possibile si possono utilizzare delle lampade che emettano lo spettro completo di radiazioni, compresi i raggi ultravioletti UVA e UVB. Anche queste lampade sono acquistabili presso negozi di animali ma non vanno confuse con le lampade per i pesci. La luce va lasciata accesa per 12-14 ore al giorno e la lampada va sostituita ogni 9-12 mesi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Le migliori piante acquatiche per il giardino

Il giardino rappresenta lo spazio progettato all'aperto maggiormente importante di qualunque villa o villetta a schiera, ovvero un reale biglietto da visita del proprio appartamento, che ne arricchisce lo stile esterno e lo rende molto gradevole da abitare....
Pulizia della Casa

Come pulire un acquario in plexiglass

Ci troviamo nella condizione di avere u acquario in plexiglass e dobbiamo pulire Ke sue componenti. Avere acquario si sa ha le sue problematiche, per quanto possa essere bello averne in casa. C'è la necessità che periodicamente va cambiata l'acqua e...
Arredamento

Come scegliere una cornice in resina

Se devi incorniciare un quadro oppure una fotografia e vuoi farlo in modo elegante, puoi utilizzare vari tipi di cornici. In commercio ne esistono di svariati materiali anche se negli ultimi anni stanno prendendo sempre più piede quelle in resina. Si...
Arredamento

Come Riconoscere Mobili In Stile Barocchetto O Rococò

Il rococò è uno stilo di ornamento che è nato e si è sviluppato principalmente nella Francia della prima metà del diciottesimo secolo. È da molti considerato un'evoluzione del cosiddetto tardo-barocco. Il Rococò si distingue da altri stili per...
Arredamento

Come decorare la casa con i sassi

Quando passeggiamo sulla spiaggia, capita molto di frequente raccogliere sassi che hanno attirato l'attenzione. Questo può accadere per diversi motivi, come ad esempio la loro forma, i colori particolari o semplicemente perché risultano essere piacevoli...
Arredamento

Come scegliere e ambientare un mobile intarsiato

In ambito dell'ebanisteria la tecnica dell'intarsio consiste nel decorare i mobili tramite la realizzazione di disegni, sia geometrici che figurati, inserendo una superficie di legno recante delle tessere lignee di vari colori. È un'arte che affonda...
Economia Domestica

Trasloco: 10 errori da evitare

Spesso a causa del lavoro o di situazioni piuttosto complicate, si è costretti a traslocare e a cambiare paese e casa. Durante un trasloco, molti sono gli errori che si possono commettere, e in questa guida cercheremo di farvene individuare ben 10 che...
Economia Domestica

I vantaggi delle lampade ad alogenuri metallici

Comodità, illuminazione e risparmio energetico. È difficile conciliare questi tre fattori in una lampadina ed ottenere sempre il massimo al minimo costo. Ogni tipo di supporto ha i suoi scopi ed è per questo importante considerare alcuni fattori, quali...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.