Come costruire da soli un lavapavimenti autostrizzante

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Nella maggior parte delle abitazioni, oggigiorno, è presente un ben noto attrezzo per lavare i pavimenti, composto da tante strisce di panno, e dotato di un accessorio che consente di strizzarlo. Le marche che lo producono sono diverse, ma ognuna di queste, purtroppo, offre il prodotto completo a caro prezzo. In questa guida, quindi, vedremo come fare per riuscire a costruire da soli un lavapavimenti autostrizzante.

27

Occorrente

  • due secchi medio-ampi
  • uno scolapasta, anche in plastica
  • un bastone di scopa
  • tre elastici grandi
  • due fasce da elettricista grandi
  • vecchi stracci
  • vecchi panni
  • un paio di forbici da sarto
  • colla millechiodi o mastice
37

La prima operazione da svolgere, sarà quella di procurarsi tutto il materiale indicato all'interno di questa guida e per farlo basterà recarsi presso un qualunque negozio di bricolage. Una volta fatto ciò, potremo finalmente iniziare a realizzare il nostro comodissimo secchio. Per prima cosa, dobbiamo assemblare il maxi-secchio, nel quale laveremo e strizzeremo il nostro lavapavimenti. Procuriamoci due vecchi secchi abbastanza grandi ed uno scolapasta (per quest'ultimo, è preferibile sceglierne uno con fessure abbastanza larghe, anche se di plastica).
Incastriamo lo scolapasta sopra uno di questi secchi: non ha importanza se non rimane perfettamente inserito, poiché, dovendo periodicamente svuotare il secchio dall'acqua, avremo necessità di toglierlo, di tanto in tanto.

47

A questo punto, dobbiamo attaccare insieme i due secchi: assembliamoli utilizzando del mastice, o della colla millechiodi, se abbiamo fretta, e non ci disturba l'antiesteticità, potremo fissarli semplicemente con del nastro da pacchi, molto grosso e robusto.
Per camuffare l'assemblaggio potremo dipingere il tutto, in un secondo momento, con uno smalto resistente all'acqua di colore vivace, come il fuxia della foto.

Continua la lettura
57

Una volta costruito il maxi-secchio, dovremo assemblare il lavapavimenti.
Prendiamo un bastone, di una vecchia scopa o spazzolone. Procuriamoci vecchi stracci, o panni, e tagliamoli a strisce, con delle forbici da sarto.
Mettiamo insieme le strisce, e leghiamole al bastone, utilizzando grossi elastici, o fascette da elettricista ben strette.
Il nostro lavapavimenti può dirsi finalmente completo. Riempiamo un secchio con acqua e detersivo, e strizziamo lo spazzolone nello scolapasta.

67

Quindi seguendo i pochi e semplici passaggi riportati all'interno di questa guida, sapremo finalmente come fare per riuscire a costruire da soli un lavapavimenti autostrizzante. Per chi è alle prime armi con questo tipo di lavori, potrà trovare i passaggi precedenti leggermente complicati, tuttavia con un po' di pazienza e provando varie volte, riusciremo alla fine ad ottenere un risultato perfetto.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • puoi utilizzare le stesse istruzioni per assemblare un cattura-polvere: basterà fare a strisce dei panni in microfibra

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come scegliere una scopa a vapore

La scopa a vapore è un elettrodomestico di ultima generazione che può rivelarsi molto utile nell'igiene quotidiana della nostra casa. Oltre ad eliminare la polvere, come una classica scopa elettrica, questa sfrutta il getto vapore per pulire a fondo...
Pulizia della Casa

Trucchi per la pulizia casalinga

Le pulizie di casa sono attività cui nessuno può sfuggire e che consentono di bruciare molte calorie. A meno che non si voglia vivere in un ambiente abbandonato a sé stesso, è necessario rassettare, lavare e spolverare con una certa frequenza ed accuratezza....
Esterni

Come pulire le piastrelle del cortile

In casa si effettuano molti lavoretti per rendere la casa stessa confortevole, ma anche bella. Tra le pulizie che si fanno in casa, troviamo lavare per terra e pulire i vetri delle finestre. Ma anche pulire i sanitari. Oltre a dedicarsi della parte interna...
Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa dagli intonaci

Se nella vostra abitazione, in prossimità degli angoli e degli intonaci, è presente la fastidiosissima muffa, la guida che segue farà al caso vostro. Al'interno di questo articolo ci soffermeremo sulla spiegazione di alcuni rimedi casalinghi che vi...
Pulizia della Casa

Come lavare il pavimento

Lavare il pavimento è forse l'azione quotidiana più diffusa nelle case di tutto il mondo. Visto che parliamo di igiene, si tratta di un gesto molto importante il benessere fisico di tutta la famiglia. Ma proprio la consuetudine con la quale sarai abituata/o...
Pulizia della Casa

Come pulire lo stucco dai pavimenti in ceramica

A seconda del tipo di pavimento, le macchie di stucco possono essere eliminate con metodi diversi per essere rimosse. La prima operazione da fare, è sempre quella di spazzare efficacemente la superficie con una comune scopa. Ecco vari metodi e diversi...
Pulizia della Casa

Come pulire il pavimento in travertino

Il travertino, deve la sua fama alle opere d'arte molto famose; è una roccia calcarea sedimentaria, originatasi per deposito chimico da acque carbonate ed ha una porosità molto accentuata. Architetti e interior designer ne fanno largo uso in ambienti...
Ristrutturazione

Consigli per usare al meglio un rullo di vernice

Capita a tutti prima o poi di dover dare una mano di pittura in casa per evitare di chiamare un pittore oppure l'imbianchino. Inoltre l'arte del fai da te è anche un modo per distrarsi dalle attività della routine quotidiana. Prima però di mettersi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.