Come conservare le cipolle sott'olio

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se nel periodo primaverile acquistiamo un buon quantitativo di cipolle, ed in particolare quelle più piccole comunemente conosciute con l'appellativo di "cipolline novelle", possiamo approfittarne per conservarle a lungo per i mesi invernali. Il tipo di conservazione più appropriato volendo evitare il classico aceto è di utilizzare l'olio, e per ottimizzare il risultato, possiamo scegliere vari metodi di preparazione. Nei passi successivi di questa guida, vediamo dunque come conservare le cipolle sott'olio, in un modo semplice e gustoso.

25

Occorrente

  • Cipolle 2 Kg.
  • Sale q.b.
  • Zucchero 1 cucchiaino
  • Aceto balsamico 250 ml.
  • Olio extravergine di oliva 1 litro
35

Indipendentemente dal tipo di preparazione a cui abbiamo optato, le cipolle qualunque sia la loro grandezza, vanno prima lavate e poi una volta liberate del piccolo cespuglio che si trova sull'apice, scorticate una ad una, fino ad ottenerle perfettamente pulite e dal classico aspetto lucido. Per la conservazione sott'olio, prima di procedere con la preparazione prestabilita, conviene in tutti i casi tagliarle a fettine di circa mezzo centimetro di spessore se si tratta del tipo più grande, oppure lasciarle intere se sono quelle piccolissime.

45

Un primo metodo per conservare le cipolle sott'olio è di lessarle per circa 5 minuti, dopodichè se siamo amanti dell'agro dolce, dopo averle scolate le mettiamo a marinare in un tegame di terracotta con l'aggiunta di abbondante aceto balsamico, a cui aggiungiamo anche un pizzico di sale e un cucchiaino di zucchero. Dopo averle lasciate riposare per almeno 24 ore ricoperte soltanto da un panno di tela, le riponiamo una ad una in un barattolo di vetro, non prima di aver fatto scolare gran parte del condimento dolciastro utilizzato. A questo punto, una volta riempito il barattolo, è sufficiente aggiungere dell'olio di oliva (il tipo extravergine) quanto basta, per ricoprire per intero le cipolle e lasciarle almeno fino all'estate, dopodichè gustarle come un delizioso contorno o semplicemente per condire sughi o brasati.

Continua la lettura
55

Un altro metodo molto diffuso per la maggior parte degli ortaggi, è di arrostire le cipolle ed in questo caso indipendentemente se piccole o grandi, conviene tagliarle a fette, per poi riporle comodamente su di una piastra in ghisa o direttamente sulla brace di un barbecue, e renderle dal tipico aspetto grigliato senza peraltro aggiungere olio, ma soltanto dell'acqua ed un pizzico di sale. Una volta terminata la cottura con questa tecnica, prendendo un vasetto in vetro abbastanza largo, adagiamo all'interno ogni singola fetta di cipolla, ed ogni paio di centimetri di spessore versiamo dell'olio extravergine di oliva. Procedendo su questa falsa riga, una volta raggiunto l'orlo del barattolo con dell'altro olio ricopriamo il tutto, dopodichè tappiamo e conserviamo il prezioso elaborato in un ambiente fresco e asciutto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare le fave sott'olio

Le fave sono un legume tipicamente estivo di colore verde e della stessa forma dei fagioli, però più grandi e duri. La loro stagione è quella estiva ma è possibile conservarli per le altri periodi dell'anno, da servire in qualche occasione come antipasto...
Economia Domestica

Come conservare le verdure grigliate sott'olio

Se intendiamo conservare sott'olio delle verdure grigliate, è necessario adottare alcuni accorgimenti affinché l'operazione risulti positiva e garantisca durabilità dei prodotti. Ogni tipo di verdura va trattata in un determinato modo, e condita con...
Economia Domestica

Come pelare le cipolle senza piangere

A quanti di noi è successo di lacrimare mentre si puliscono le cipolle. Ciò succede perché le cipolle crescendo assorbono dal terreno lo zolfo. Il momento in cui vengono affettate, le cipolle rilasciano un enzima che associandosi con lo zolfo produce...
Economia Domestica

Come conservare lo zenzero sott'olio

Probabilmente avete acquistato un grande pezzo di radice di zenzero fresco. Ma sapete bene che non lo userete tutto, ma solo un pizzico per ogni ricetta. Proprio per questo un pezzo di radice di zenzero potrebbe consumarsi tutto dopo diverse settimane....
Esterni

Come Illuminare Sott'Acqua Una Vasca Da Giardino

In questo articolo vogliamo dare una mano a tutti coloro i quali vogliamo creare una bellissima vasca da giardino e nello specifico come illuminare sott'acqua questa unica ed originale vasca da giardino. Possedere all'interno del proprio terrazzo o giardino...
Economia Domestica

Come conservare i pomodori secchi sott'olio

All'interno di questa guida, andremo a parlare di cucina. Nello specifico, ci dedicheremo alla conservazione sott'olio. Andremo a rispondere a questo utile interrogativo: come si fa a conservare i pomodori secchi sott'olio? Vi auguro una buona lettura!I...
Economia Domestica

Come conservare le acciughe salate sott'olio

Chi di noi non conosce le acciughe sott'olio? Si tratta di un alimento che può essere utilizzato in tantissimi modi, come per esempio per condire la pizza, preparare bruschette o per realizzare gustosi primi piatti. Prepararle in casa è semplicissimo...
Economia Domestica

Come conservare i cetriolini sott'aceto

I cetriolini sott'aceto vengono spesso serviti con l' antipasto di salumi all'italiana o con semplici aperitivi. Sono ideali per farcire panini, tramezzini e vengono utilizzati per la creazione di svariate ricette. Sono adatti per realizzare guarnizioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.