Come conservare la mozzarella di bufala in estate

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La mozzarella di bufala è prodotto che ha origini campane anche se ve ne sono ottime produzioni nel basso Lazio, nel nord della Puglia ed in alcune città del Molise. Questa specialità dell'Italia meridionale presenta una storia nella preparazione che si rimanda al medioevo: infatti la mungitura viene fatta solo da bovini selezionati e certificati, controllati e fatti pascolare secondo tradizioni ben precise, la quale rendono speciale il latte ottenuto per realizzare la mozzarella. Questo prodotto è stato riconosciuto ed inserito nella categoria DOP acronimo di di denominazione di origine protetta, rendendolo uno degli ingredienti più rinomati della cucina italiana. Quest'alimento è pregiato poiché si può gustare nella realtà solo nelle zone di origine, da evitare quindi le volgari imitazioni con la produzione di formaggi definiti di bufala. In realtà con questo latte di bufala vengono prodotti diversi derivati, ma che non prendono la denominazione DOP proprio perché esclusiva della mozzarella. Il prodotto di per se va mangiato fresco e consente la preparazione di innumerevoli piatti della tradizione, soprattutto campana, come la famosa pizza. Nel caso in cui invece non si ha la possibilità di consumare la mozzarella in breve tempo, bisogna saperla conservare per contenere al meglio le sue proprietà ed i suoi sapori. Quindi vediamo come fare, soprattutto in estate.

27

Occorrente

  • Acqua
  • Recipiente
37

Conservare in frigo

Per mantenere la mozzarella ben conservata lasciarla all'interno del liquido di governo: questo infatti mantiene comunque una sua sterilità ed un buono stato di conservazione. La mozzarella va tenuta in luoghi freschi, non necessariamente in frigo, se si tratta della stagione invernale. Durante la stagione estiva invece va conservata in frigo ad una temperatura di dodici gradi circa.

47

Tenere a bagnomaria

Nal caso in cui va mantenuta per qualche giorno allora bisogna metterla a bagnomaria lasciandole all'interno delle loro buste. Quindi prendere un recipiente e riempirlo di acqua. Durante il periodo invernale va bene utilizzare dell'acqua a temperatura ambiente mentre nella stagione estiva bisogna usare dell'acqua fresca.

Continua la lettura
57

Cambiare l'acqua

Altra soluzione riguarda invece i tempi di durata prima di essere consumata: questa infatti, quando viene messa a bagnomaria in un recipiente, è doveroso cambiare l'acqua almeno una volta al giorno, anche se messa in frigo. Caso contrario la mozzarella rilascerà man mano il siero che rischia di avariarsi al di fuori della confezione, causando cattivi odori all'interno del frigo ed una pessima conservazione del prodotto immerso e giustamente contaminato.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se si mette in frigo prima di usarla bisogna lasciarla riportare ad una temperatura ambiente per evitare eccessivi sbalzi di temperatura, soprattutto se usata per cucinare
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare la mozzarella senza acqua

La mozzarella è un alimento prelibato che vede la sua origine nel XII secolo ad opera dei monaci Benedettini di San Lorenzo in Capua, i quali generalmente la offrivano in occasione delle festività religiose. Per la sua bontà si è diffusa celermente...
Economia Domestica

Come conservare la provola fresca

Se abbiamo acquistato presso un caseificio della provola fresca di vaccino o di bufala, e dopo averne consumato una parte intendiamo conservare quella restante, è importante attenersi ad alcune regole ben precise proprio per i latticini freschi. In riferimento...
Economia Domestica

Come riutilizzare la polenta avanzata

Quando cuciniamo la polenta molto spesso capita che ne rimanga un bel po', e magari anche in quantità esagerata. Per fortuna è un cibo che offre svariate alternative per riutilizzarla in tavola anche il giorno dopo, per cui in questa guida vediamo...
Economia Domestica

Come preparare un pranzo di Natale veloce ed economico

Le vacanze di Natale sono l'occasione ideale per organizzare tavolate in famiglia. I parenti si radunano per condividere il cibo tra chiacchierate e sorrisi, dopodiché si inizia a ascartare qualche regalo prima dei consueti giochi da tavolo. Insomma,...
Economia Domestica

Come conservare il fiordilatte

Uno dei formaggi freschi più conosciuto al mondo è il fiordilatte. È un formaggio grasso dalla consistenza molle, preparato con latte vaccino ed ha una forma tipicamente sferica. Tipico del sud Italia questa delizia della cucina italiana ha origini...
Economia Domestica

Come riciclare gli avanzi

Lo speco di alimenti è uno dei problemi principali della cultura occidentale. Ogni anno una famiglia italiana getta nella spazzatura 49 chilogrammi di cibo. Sono tanti gli accorgimenti che possiamo fare per evitare questo spreco che, oltre ad essere...
Economia Domestica

Come riciclare gli avanzi di verdure

Spesso capita di programmare il proprio menù, di preparare il cibo per la sera, ma poi gli impegni lavorativi immancabilmente non permettono di rientrare a casa e a questo punto addio cena programmata, con la conseguenza che spesso finisce nella spazzatura....
Economia Domestica

Pasta avanzata: 10 ricette

La pasta è uno dei cibi più veloci e versatili che si possano cucinare, è anche economica e golosa. Proprio per queste sue caratteristiche capita spesso di farne troppa: si è stanchi o di fretta e la si butta nell'acqua bollente senza preoccuparsi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.