Come conservare i limoni sotto zucchero

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I limoni sono degli agrumi molto apprezzati e versatili. Questo frutto non deve mai mancare in cucina. Il suo succo dal tipico sapore acidulo da sempre condisce sia il dolce, che il salato. Dal pesce, alla carne, alla crema, il limone è insostituibile. In Italia, e precisamente nella ricca Sicilia, abbondano i migliori agrumi. Ma, se vogliamo averli a portata di mano, in ogni momento dell'anno, possiamo conservare i limoni sotto zucchero. Ideali per il tè, sfiziosi come merenda alternativa, utili nelle preparazioni dolciarie. In pochi e velocissimi step questa guida spiega come conservare questo meraviglioso frutto.

26

Occorrente

  • 4 limoni, 100 g di zucchero, 1 vasetto di vetro dalla capacità di 1 l
36

Preparazione degli ingredienti

Per conservare i limoni sotto zucchero, poniamo sul tavolo da lavoro, perfettamente pulito 4 limoni di media grandezza. Laviamoli prima sotto l'acqua corrente ed asciughiamoli. Facciamo attenzione ad utilizzare limoni perfettamente integri e freschi. Per una buona pulizia, utilizziamo uno spazzolino. I limoni biologici, contengono sulla buccia, sempre dei residui di terra. Per ogni limone occorre circa 100 g di zucchero. Misuriamo la giusta quantità. Procuriamoci un vasetto e sterilizziamolo con il metodo della bollitura o con il calore del forno. Lasciamolo raffreddare. Il tappo deve garantire la chiusura ermetica. Utilizziamo sempre tappi nuovi. In questo caso non vale il consiglio del riciclo.

46

Preparazione del vasetto

Per conservare i limoni sotto zucchero la preparazione del vasetto è semplicissima. Tagliamo il limone a fettine sottilissime. Disponiamo sul fondo del vasetto le prime fette e copriamo con dello zucchero. Alterniamo strati di fettine di limone con abbondante zucchero. Completiamo l'ultimo strato con una generosa quantità di zucchero. Facciamo attenzione a coprire tutto il frutto, altrimenti si compromette la conservazione. Se la quantità prevista non è sufficiente, aggiungiamo lo zucchero necessario. La dose di zucchero consigliata, infatti è indicativa. Varia a seconda della grandezza di ogni limone.

Continua la lettura
56

Conservazione dei limoni

A questo punto, possiamo chiudere ermeticamente il vasetto. I limoni, così disposti, produrranno del liquido che andrà a ricoprirli. Se questo succo non è sufficiente per una totale copertura, apriamo il barattolo e aggiungiamo ancora dello zucchero. Richiudiamo e conserviamo il barattolo in luogo fresco e asciutto per due settimane. Trascorso questo tempo i nostri limoni sotto zucchero si possono già consumare. Ricordiamo di chiudere sempre il vasetto dopo ogni utilizzo. Una volta aperto il barattolo va posto in frigo. La conservazione dura circa sei mesi.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Preferire i limoni biologici
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare a lungo il succo di limone

I limoni sono degli agrumi saporiti, il cui succo è dissetante soprattutto nella stagione calda. Ma il loro impiego è piuttosto diffuso anche in cucina, non solo per le pietanze salate, come ad esempio le fritture di pesce o di carne. Questo agrume...
Pulizia della Casa

Come preparare in casa un detersivo per i piatti

Preparare in casa il detersivo per i piatti, oltre che a contribuire al risparmio economico, è anche un ottimo modo per usare detersivi ecologici che non contengono sostanze chimiche come i tensioattivi. Se poi avete delle allergie, utilizzando questo...
Pulizia della Casa

Come creare del detersivo per piatti fatto in casa

Realizzare in casa un ottimo detergente per i piatti offre due grandi vantaggi: per prima cosa le vostre mani saranno sempre molto lisce e morbide poiché il prodotto che otterrete non rovinerá la pelle e poi vi consentirà di lavare i piatti spendendo...
Pulizia della Casa

Come fare la pulizia del forno in maniera veloce

I prodotti chimici non sono l'unico modo per pulire efficacemente e facilmente il forno. È possibile far fronte alle pulizie della cucina senza dover spendere troppo perdendo tanto tempo. I prodotti che ci sono in commercio, infatti, spesso costano abbastanza....
Economia Domestica

Come conservare la buccia di limone

I limoni sono agrumi che si prestano a svariati tipi di utilizzazioni. Il loro succo rappresenta un utile ingrediente, molto apprezzato in cucina. Forse non tutti sanno, tuttavia, che anche la buccia di questo frutto presenta delle caratteristiche nutritive...
Pulizia della Casa

Come togliere la puzza di plastica dal frigorifero

Una delle parti della cucina più importanti, ma spesso maggiormente trascurata, è il frigorifero. Al suo interno infatti vengono riposti gli alimenti che consumiamo quotidianamente, e la sua pulizia e igiene sono fondamentali. Ma accade di frequente...
Pulizia della Casa

Come pulire le superfici in alluminio

Le pulizie di casa, sono sicuramente un qualcosa di veramente indispensabile al fine di poter preservare nelle migliori condizioni igieniche possibili la propria abitazione. Quando si parla di pulizie, generalmente si pensa alle classiche pulizie domestiche:...
Pulizia della Casa

Come realizzare un detersivo fatto in casa

Se ognuno di noi si fermasse per un attimo a pensare al potere inquinante dei vari detersivi che ogni giorno utilizziamo per lavare i piatti, fare il bucato o pulire i pavimenti, ci potremmo rendere conto di quanto inquiniamo il pianeta sul quale viviamo....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.