Come combattere l'umidità negli armadi

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In molti ambienti la possibilità di trovare umidità è notevolmente alta. Pertanto le pareti, i mobili e gli armadi ne risentono in maniera eccessiva. Questo fenomeno si manifesta per varie cause! La prima si può attribuire alle infiltrazioni d'acqua. Oppure perché la casa risulta in modo particolare a contatto con gli agenti esterni. I componenti che risentono di questa causa sono generalmente gli armadi. Dove è possibile che si formi uno strato di condensa pericolosa. Questa, infatti, in seguito formerà l'umidità. Un fatto altamente pericoloso, poiché con il tempo si prolificano parassiti e fungicidi. Nel piccolo, nelle case, si avverte la sua costante presenza notando condensa superficiale, muffa e strani odori nei tessuti e, di conseguenza, negli armadi. Facili prede dell'umidità, infatti, sono i luoghi chiusi, poco areati, non traspiranti, nei quali si produce calore localizzato. Proviamo, dunque, con poche e semplici mosse, a combattere questo problema. Nella seguente guida vi spiego come combattere l'umidità negli armadi.

27

Occorrente

  • Occorrente per deumidificatore fai da te: sale, contenitore.
  • Canfora
  • Naftalina
  • Sapone di marsiglia
37

Uno dei metodi più semplici e veloci vede la realizzazione di un deumidificatore fai-da-te e l'utilizzo di una delle migliori sostanze igroscopiche: il sale. Prendete un contenitore o un sacchettino traspirante di organza, mettete all'interno 100 grammi di sale e sistematelo nel freezer per una notte. Trascorso il tempo di posa prendete il deumidificatore e inseritelo nell'armadio umido. Affinché il sale, in pochi giorni, assorba tutta l'umidità in eccesso. Raggiunto l'obiettivo, il sale bagnato si può prima asciugare, in forno o vicino al camino, e successivamente riutilizzarlo.

47

A questo punto aprite le ante e inserite dentro delle palline di canfora o di naftalina. Questo prodotto oltre ad allontanare le terribili tarme, è in grado anche di assorbire l'umidità presente. Se volete, potete procedere anche utilizzando un altro stratagemma.

Continua la lettura
57

Invece di usare le palline di naftalina o canfora, potete sostituirle con una dozzina di bastoncini di gesso bianco. Questi vanno legati insieme e appesi nell'armadio. In questo modo passando il tempo assorbiranno l'umidità. Infine, se aprendo l'armadio avete trovato i vostri capi coperti da muffa, passate del sapone di Marsiglia. Lasciatelo agire per mezza giornata, dopodiché lavatelo in lavatrice a novanta gradi e passatelo nella candeggina. Se il capo da trattare risulta colorato si può lavare in lavatrice a sessanta gradi. Ecco come combattere l'umidità negli armadi.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Controllare sempre gli armadi e asciugare spesso con un panno morbido.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire gli armadi in modo naturale

Quando affrontiamo le faccende domestiche, non è inusuale far fronte a diverse problematiche di varia natura. Infatti possiamo incontrare diversi ostacoli i quali devono essere aggirati affinché li possiamo agilmente superare. In questa guida avremo...
Pulizia della Casa

Come profumare gli armadi

Capita talvolta che, se riposti in piccoli spazi come gli armadi o i cassetti, i nostri vestiti, anche se appena lavati e freschi di bucato, assumano un odore di stantio. Come fare per ovviare al problema e avere vestiti che emanano un profumo delizioso?...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di umido dalla biancheria

Durante le stagioni più umide, facilmente la biancheria si impregna di quell'odore tipico di muffa, molto fastidioso e pungente. In genere, capita a seguito di una cattiva asciugatura. Altre volte, invece, quando i panni vengono lasciati in lavatrice...
Pulizia della Casa

Come eliminare la muffa dagli armadi

La muffa è un fungo che colpisce gli ambienti carichi di umidità, è molto facile trovarla negli angoli dei muri e si manifesta solitamente con macchie che possono essere grigie e tendenti al nero. Oltre alle macchie, la muffa provoca cattivi odori...
Pulizia della Casa

Come togliere la muffa da armadi e cassetti in legno

Avere una pesante umidità all'interno della casa, provoca l'insorgere di problematiche legate alla muffa, di diverse tipologie. Spesso, questo problema arriva con le basse temperature e nei luoghi che non vengono arieggiati in modo accurato. In questo...
Pulizia della Casa

Come creare da sé un metodo naturale per allontanare le tarme dagli armadi

Quante volte, ci capita di riporre i vestiti estivi o invernali dentro l'armadio e i cassetti, pensando di doverli reindossare da un momento all'altro e invece alla fine stanno lì per un'intera stagione dimenticando di non averli conservati con le adeguate...
Economia Domestica

Come ventilare gli armadi

Se avete un classico armadio in legno oppure una cabina, e che si trovano in un ambiente poco ventilato, è necessario adottare alcuni accorgimenti affinché l'aria entri ed impedisca il formarsi della muffa, con conseguente deterioramento degli abiti....
Pulizia della Casa

Come prevenire ed eliminare la tarma della lana

Quando si deve affrontare la pulizia della casa, non bisogna limitarsi ai pavimenti o alle finestre. L'incubo della polvere e della sporcizia non è l'unico aspetto che preoccupa l'ambiente domestico. Ulteriori problemi vengono causati dalle tarme, soprattutto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.