Come combattere i tarli con metodi naturali

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il legno, soprattutto se parliamo di mobili d'epoca pregiati, è da tenere costantemente sotto osservazione. Uno degli inconvenienti (forse il più grave) a cui può andare incontro questo materiale, è quello di essere attaccato dai tarli, che possono divorarne un enorme quantitativo in pochi anni consumandolo totalmente. Spesso, si cercano delle soluzioni per combattere i tarli, molte industrie chimiche hanno infatti introdotto sul mercato prodotti efficienti, ma talvolta ricchi di pesticidi e di sostanze tossiche che ne sconsigliano un uso continuato. C'è tuttavia la possibilità di eliminare i tarli con metodi naturali. Vediamo allora come fare per ottenere i migliori risultati.

26

Occorrente

  • scorza di limone, rosmarino, lavanda, caffè, foglie verdi, naftalina.
36

I rimedi naturali per combattere i tarli sono diversi e tutti molto efficaci. I tarli (se osservati con una lente di ingrandimento) sono simili a dei moscerini e quando iniziano a rosicchiare il legno, praticano in esso dei fori che all'apparenza sembrano perfettamente cilindrici. In realtà, in profondità i fori assumono una forma conica che dimostra l'effetto devastante che i tarli provocano agendo come una trivella meccanica consumando tutta la parte tenera del legno.

46

Sui piccoli oggetti (cornici, scatole ecc.), è piuttosto facile individuare i fori dei tarli e si sa che in ognuno di essi si annida un verme. Per poter intervenire in modo naturale, uno dei metodi più antichi, è quello di chiudere in dei piccoli sacchettini della lavanda appena raccolta. Quest'ultima, andrà posizionata all'interno degli armadi in legno, dei cassetti e di tutto ciò che può essere attaccato dai tarli. Anche l'aglio e l'eucalipto sembrano essere molto efficaci nella lotta contro questi animaletti. Anche se inizialmente vi darà fastidio l'odore, se strofinati sul legno, eliminano ogni traccia di tarlo nell'arco di pochissimo tempo.

Continua la lettura
56

L'uso della naftalina su grandi mobili in legno può essere un ulteriore rimedio naturale. Con dei teli in cellophane, bisognerà avvolgere i mobili dopo averli cosparsi di naftalina. Dopo aver sigillato il tutto con nastro adesivo ad alta tenuta, si dovrà lasciare imballato per almeno venti giorni. Trascorso tale tempo, all'apertura dei teloni, si noteranno centinaia di tarli e larve che saranno ormai morte per "asfissia". Questo è in assoluto il sistema migliore per combattere i tarli su oggetti di grosse dimensioni. Altri prodotti naturali che rimediano e prevengono questo problema sono: le foglie verdi (efficaci per diversi insetti che divorano piante e fiori e che danno buoni risultati anche contro i tarli), il rosmarino, i chicchi di caffè e la scorza di limone. È importante lavare i cassetti e gli armadi ogni cambio di stagione per una maggiore prevenzione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come restaurare un mobile colpito dai tarli

Un mobile, soprattutto se antico, è soggetto a essere colpito dai tarli; e per poterlo restaurare occorrono delle tecniche di lavorazione molto particolari. Alcune tipologie di legno, come il faggio, la betulla, il ciliegio e l'abete, sono più soggette...
Pulizia della Casa

Rimedi antitarlo per i mobili antichi

I mobili antichi sono di una bellezza veramente stupefacente. Quando bisogna scegliere un arredamento di casa leggermente retrò, questi rendono l'ambiente circostante più elegante ed accogliente. È proprio la seguente accoglienza che coinvolge anche...
Ristrutturazione

Come sverniciare ed eliminare i tarli da una sedia in legno

I mobili in legno possono diventare vittime dei tarli a causa di diversi motivi. Accade spesso infatti, che i tarli attacchino il legno e anche un mobile nuovo, può presentare questi fastidiosi insetti in varie parti. I tarli sono un pericolo per il...
Pulizia della Casa

Come trattare un mobile colpito da tarli

La paura di ognuno di noi che possiede mobili in casa, soprattutto se buoni, antichi e di un certo valore, è quella di vederseli rovinati dai tarli che non solo creano danni, ma il più delle volte ci costringono a portare il mobile da un restauratore...
Pulizia della Casa

Come eliminare i tarli dal legno

Ritrovarsi improvvisamente in presenza di piccolissimi forellini, particolarmente antiestetici, nei mobili di legno, così come vedere sul pavimento dei piccoli mucchietti di segatura, è l'inequivocabile segno che all'interno dei mobili si siano insediati...
Ristrutturazione

Mobili: trattamenti antitarlo

La bellezza dei mobili antichi di legno è davvero senza tempo. Tuttavia, l'eleganza e la raffinatezza dei loro particolari può subire la minaccia del tempo, o peggio, dei tarli. Sappiate che i tarli sono degli insetti molto piccoli. Le loro dimensioni...
Arredamento

Come riconoscere falsi mobili antichi del Settecento

Saper distinguere un mobile antico autentico da una copia è una dote rara che necessita di anni di studio e un certo intuito. Nel momento in cui intendi acquistare un mobile d'antiquariato rivolgi al rivenditore domande precise sull'epoca di costruzione...
Arredamento

Come scegliere il legno dei mobili

Il legno e i suoi derivati sono i materiali più usati per fare i mobili, per cui in commercio si trova di tutto, anche oggetti apparentemente belli e resistenti, che però sono ottenuti con impasti e miscele di varietà più o meno scadente. Il prezzo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.