Come Aprire Un Muro Per Realizzare Una Porta

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Spesso si decide di dare nuova vita o cambiare l'utilizzo che si fa di una stanza. Generalmente si vorrebbe aprire un varco per una nuova porta per mutare l'arredamento e la destinazione degli ambienti di casa, in base alle proprie necessità. Si può decidere di collegare garage e tavernetta facendo un'apertura in un muro per realizzare un nuovo ingresso. Le procedure per la realizzazione di questo lavoro sono lunghe e richiedono destrezza, in questo tutorial sono illustrati tutti i passi per ottenere un lavoro a regola d'arte.

25

Bisogna considerare il tipo di fabbricato in cui si deve effettuare l'intervento di ristrutturazione. In quelli moderni è facile modificare le divisioni interne e/o aprire nuovi vani-porta all'interno dei tramezzi, essendo questi elementi non strutturali e leggeri. Diverso è il discorso per gli edifici più datati in quanto il sistema strutturale portante e quello delle divisioni interne sono quasi sempre coincidenti. Questo limita molto la libertà di esecuzione dell'opera. È opportuno una verifica strutturale di stabilità fatta da un ingegnere esperto per evitare pericoli. Se la verifica ha esito positivo si può procedere con i lavori.

35

Dopo aver delineato sulla parete il profilo della porta bisogna rinforzare il muro circostante; puntellando le parti di solaio che sovrastano l'area di intervento in modo da scaricare la muratura in cui si interviene di una parte delle sollecitazioni. La tecnica che si utilizza prevede che si deve procedere alla realizzazione di spallette montanti in muratura, con l'asportazione di piccole porzioni di quella esistente. Procedendo dal basso verso l'alto si sostituiscono le parti asportate con mattoni pieni posti in opera. Essi si devono incassare a giunti sfalsati; nei casi di intervento in masse murarie di coesione, ad esempio quelle a sacco, è preferibile utilizzare i mattoni pieni di uno spessore non superiore ai 2 cm o in alternativa il mattone unificato standard.

Continua la lettura
45

Dopo aver realizzato le spallette del vano si procede al montaggio della piattabanda per sorreggere il peso della muratura sovrastante. Si tratta di due profilati metallici gemelli che vengono incassati nei loro alloggiamenti da una parte e dall'altra della muratura; essi sono irrigiditi tra di loro mediante il serraggio dei bulloni a cui segue la sigillatura con iniezioni di malta cementizia. Bisogna aspettare fino a quando la malta cementizia ha fatto presa; poi, si procede alla demolizione della muratura, dall'alto verso il basso; così si ottiene l'apertura del nuovo vano porta. Dopo queste operazioni si rimuovono i puntellamenti dal solaio.

55

La tipologia d'intervento descritta è laboriosa e costosa, ma il risultato finale è ottimale dal punto di vista della garanzia del comportamento strutturale del fabbricato. Inoltre, per l'aspetto estetico si può decidere di lasciare a vista tanto le spallette quanto le piattebande del nuovo vano. In questo modo si realizza un piacevole effetto di integrazione del nuovo nell'antico. In alternativa si può procedere a stuccare le spallette e le piattebande, tinteggiare del colore desiderato e montare la nuova porta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come Realizzare un angolo in muratura

Se si dispone di uno spazio esterno quasi sicuramente si ha la necessità di delimitare alcune zone per realizzare elementi d'arredo funzionali e decorativi. Essi possono essere un barbecue, un divisorio tra le varie aree esterne, un piano d'appoggio...
Ristrutturazione

Come smontare il telaio di una porta di legno

Quando decidete di ristrutturare casa, o sostituire le porte, sostanzialmente avete due possibilità: rivolgervi ad un professionista, che ovviamente eseguirà un lavoro a regola d'arte, oppure armarvi di buona volontà e ricorrere al caro fai da te....
Ristrutturazione

Come riparare le crepe nell'intonaco del caminetto

Nella seguente guida andremo a scoprire come riparare le crepe nell'intonaco del caminetto. Lo faremo attraverso una spiegazione che, passo dopo passo, in modo semplificato, vi porterà ad una facile comprensione delle modalità di riparazione delle crepe...
Ristrutturazione

Come restaurare un pavimento in mattoni

Il pavimento rappresenta la parte dell'appartamento maggiormente soggetta all'usura, agli urti oppure all'umidità (specialmente se l'appartamento trovasi nei piani bassi di una palazzina): qualora fosse fatto di mattoni (laterizi), esso potrebbe tendere...
Ristrutturazione

Come trasformare una cantina in taverna

Le cantine generalmente sono dei luoghi chiusi, bui, non adatti per fare abitazione, ma solo per depositare delle cose, magari cibo o bottiglie di vino, queste sono le cantine che, fungono da ripostigli. Tuttavia, noi siamo abituati a vederli in questa...
Arredamento

Come realizzare mobili in muratura

Tutti noi abbiamo avuto almeno una volta nella vita la necessità di trovare un particolare mobile da posizionare in un punto della casa che avesse delle misure specifiche per potersi adattare allo spazio disponibile e di conseguenza tutti noi abbiamo...
Ristrutturazione

Come applicare l'intonaco negli interni

Come vedremo nel corso di questa breve guida, l'intonaco in ambito edilizio ha lo scopo di completare e rifinire i lavori in muratura, rendendoli visibilmente perfetti. Nonostante possa sembrare un lavoro difficile da realizzare, applicare l'intonaco...
Ristrutturazione

Come impermeabilizzare un terrazzino

Se abbiamo un terrazzino ed intendiamo impermeabilizzarlo per evitare che l'acqua piovana o quella delle innaffiature delle piante tracimi nel solaio sottostante, possiamo farlo senza necessariamente chiamare un tecnico specializzato e quindi con delle...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.