5 modi per eliminare l'odore di broccoli e cavoli

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Alcune tra le verdure più salutari sono sicuramente i broccoli e i cavoli, che forniscono al corpo moltissime vitamine e altrettanti minerali, oltre a un effetto benefico su tutto l'apparato digerente. Un'altra qualità è la presenza di antiossidanti, che sono ottimi per evitare diverse malattie moto gravi.
Però, nonostante tutte queste ottime caratteristiche, broccoli e cavoli non sono graditi a tutti, specialmente ai bambini, anche se molti adulti, poiché hanno subito una modifica al palato con la crescita, li mangiano volentieri, anche se molta gente evita di cucinarli a causa del loro cattivo odore, che riesce a impregnare completamente la casa. Se però volete cucinarli e gustarvi un buon piatto di broccoli o cavoli senza lasciare la casa impegnata di possa, ecco 5 modi per eliminarne i cattivi odori.

26

Usare l'aceto

Durante la cottura dei broccoli e dei cavoli, per evitare di far diffondere il cattivo odore, è utile porre dell'aceto sopra la pentola. Questo procedimento serve a far evaporare l'aceto, che oltre ad assorbire il cattivo odore diffonde una fragranza piacevole.

36

Usare la mollica

È possibile assorbire gli odori emessi da queste verdure grazie alla mollica del pane, che anche da sola, messa in pentola insieme alle verdure, funziona benissimo. Se volete ottenere dei risultati migliori, potrete sempre inzuppare la mollica con del succo di limone, dell'aceto o del latte.

Continua la lettura
46

Usare il latte

Il latte può essere utilizzato in essenzialmente tre modi, di cui il primo è stato citato nella sezione precedente. Un altro utilizzo consiste nel mettere mezza tazza di latte insieme all'acqua di cottura dei broccoli e dei cavoli. Se, invece, preferite farli cuocere normalmente, potreste usare il latte per catturare gli odori esterni, lasciandone una tazza in cucina, e cambiandola periodicamente, per evitare che cominci a puzzare pure questo.

56

Usare l'alloro

Come sappiamo tutti, le foglie di alloro sono ottime per smorzare gli odori più pungenti, e possono essere utilizzate in due modi. Possiamo metterle nell'acqua di cottura delle verdure, così da assorbirne preventivamente gli odori, e donandogli anche un ottimo retrogusto. Oppure, è possibile mettere le foglie a bollire a parte, creando un infuso buono da bere, e che permette l'eliminazione degli odori sgradevoli.

66

Usare il filtro

Esistono dei filtri che assorbono l'aria impregnata di odori fastidiosi e la rilasciano completamente pura, e questa tecnica funziona anche per i vapori emessi dalla cottura dei broccoli e dei cavoli. Uno dei filtri consigliati è quello ai carboni attivi, che possono essere montati nelle cappe da cucina.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come eliminare i cattivi odori

Quante volte ci troviamo a cucinare dei cibi che sprigionano un odore non proprio gradevole, come per esempio broccoli e cavoli e non solo, anche gli animali domestici che teniamo in casa, anche se scrupolosamente ci dedichiamo allo loro pulizia quotidiana...
Pulizia della Casa

Come usare l'alloro per pulizia e igiene della casa

L'alloro è una pianta aromatica ampiamente diffusa nelle zone a clima mediterraneo. È un albero sempreverde, spesso presente in forma arbustiva in seguito alle potature, ed è comunemente utilizzata come siepe nei giardini delle abitazioni. Può essere...
Economia Domestica

Come fare in casa le conserve di verdure e ortaggi

Quando al mercato acquistiamo delle cassette di verdura e ortaggi, ed intendiamo farne delle conserve, è importante attenersi a piccole regole, affinché l'operazione abbia un buon successo. In questa guida a tale proposito ci sono alcuni consigli...
Economia Domestica

Come congelare le cime di rapa

Le cime di rapa sono verdure dal sapore estremamente particolare. Potete consumarne sia le foglie che i fiori. Si conoscono per la famosa ricetta delle orecchiette alle cime di rapa, piatto tipico della Puglia. Potete trovarle anche in Campania e nel...
Economia Domestica

Come riutilizzare gli avanzi di cibo in cucina

Una caratteristica della cucina casalinga di un tempo, soprattutto di quella contadina e del dopoguerra, era la capacità di riutilizzare gli avanzi di pranzi e cene, per creare saporite e prelibate pietanze. In quelle condizioni ed a quel tempo l’imperativo...
Economia Domestica

Come usare il coriandolo in cucina

Chi conosce il coriandolo? Purtroppo poche persone conoscono questa spezia. Ma fidatevi, una volta provata, vi resterà nel cuore! Si tratta di una pianta simile al prezzemolo. Il coriandolo si può usare sia fresco che secco, in polvere. Il sapore del...
Economia Domestica

5 idee per festeggiare l'acquisto di una nuova casa

L'acquisto di una nuova casa è un momento molto importante e felice per una coppia o una famiglia. Ma anche per una singola persona. L'attimo in cui finalmente si realizza questo forte desiderio è davvero emozionante. Si percepisce la definitiva concretezza...
Economia Domestica

Come far maturare gli ortaggi

Se per passione coltiviamo ortaggi ed intendiamo raccoglierli un pochino prima per farli maturare, è importante sapere che richiedono un minimo di accortezza, anche se non si tratta di nulla di difficile. In questa guida tuttavia forniamo alcuni semplici...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.