5 consigli per pulire le gronde

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Con l’avvicinarsi dell’estate, tra le varie pulizie da fare all’esterno della casa, ne troviamo una molto importante che garantisce stabilità e funzionalità al tetto. Nello specifico si tratta di un’accurata pulizia delle grondaie, che si sono intasate nel periodo autunnale ed invernale con fogliame e fango. A tale proposito nei passi successivi, troviamo una lista con 5 consigli per pulire le gronde.

26

Iniziare con la pulizia del tetto

Il primo consiglio è di iniziare subito con la pulizia del tetto, per evitare di ripulire di nuovo le gronde, se l’operazione la facciamo successivamente. Inoltre, se il tetto lo consente, conviene man mano imbustare le foglie, per evitare che si vadino ad accumulare per caduta nelle gronde e le intasino ulteriormente, costringendoci poi a triplicare gli sforzi per rimuoverle da questa posizione.

36

Tagliare le piante selvatiche

Se in prossimità del tetto della casa e delle relative gronde ci sono delle piante selvatiche o rampicanti che hanno perso molto fogliame essiccato sia in autunno che in inverno, occorre munirci di cesoie per tagliarle, prestando attenzione a non tranciare i cavi elettrici, eventualmente occultati dall'enorme quantitativo di fogliame.

Continua la lettura
46

Eliminare intasamenti nelle gronde

Se le gronde si trovano in prossimità di un grande albero, il consiglio è ovviamente di eliminare il fogliame in eccesso, ma soprattutto bisogna far uscire detriti e frutti che hanno creato una sorta di melma tale da intasarle. L’occasione è tuttavia quella giusta per interporre tra l’albero e la zona del tetto un telo di protezione, in modo da evitare definitivamente e in proiezione futura il rischio di intasamenti.

56

Utilizzare attrezzi adatti

Per rimuovere il fogliame e i detriti dalle gronde, il consiglio è di utilizzare gli attrezzi adatti come ad esempio un rastrello proprio per estrarre il fogliame, una piccola scopa con una pattumiera
per rimuovere i detriti, e ovviamente dei guanti in modo da proteggere le mani quando si tratta di scavare nelle gronde, per eliminare piccoli ma pericolosi (per l’intasamento) pezzi di fango solidificati. Anche un uncino di metallo, può ritornare utile per quest’ultima operazione di pulizia.

66

Proteggere adeguatamente le gronde

Dopo aver ripulito a fondo le gronde, oltre a proteggere adeguatamente le parti più soggette alla caduta di detriti e fogliame, è consigliabile massimizzare il risultato, inserendo una rete di plastica a protezione delle condotte di scarico. In tal modo eventuali detriti per la caduta, non vanno poi ad intasare il pozzetto per lo scarico della pluviale, proveniente proprio dalle gronde.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come evitare gli uccelli nidificanti

Passeri, storni e colombe, sono volatili assai graziosi, ma sono anche coloro che più si insediano su comignoli, gronde e tubature esterne, risultando infine un'incognita per la manutenzione delle abitazioni stesse; invece corvi e pettirossi prediligono...
Esterni

Come pulire lo stagno del giardino

Un giardino ben curato e dotato di uno stagno artificiale, si presenta di solito particolarmente elegante ed è sempre dotato di un certo fascino. Vi si possono coltivare le bellissime ninfee o altre piante acquatiche ed è possibile inserirvi anche qualche...
Esterni

Come liberarsi delle zecche intorno a casa

Le zecche sono dei parassiti che si nutrono del sangue di animali o di esseri umani e possono causare numerose patologie, alcune delle quali possono compromettere anche le funzioni vitali. Per questo motivo, è molto importante prestare molta attenzione...
Esterni

Le migliori piante acquatiche per il giardino

Il giardino rappresenta lo spazio progettato all'aperto maggiormente importante di qualunque villa o villetta a schiera, ovvero un reale biglietto da visita del proprio appartamento, che ne arricchisce lo stile esterno e lo rende molto gradevole da abitare....
Esterni

5 passi per preparare il terrazzo all'arrivo della primavera

Dopo il lungo inverno, si avvicinano infine la primavera e la bella stagione. La primavera è per eccellenza il momento in cui la vita vegetale rifiorisce, e balconi e i giardini delle nostre case possono tornare ad ammantarsi di colori e fogliame. Affinché...
Ristrutturazione

Come fare la manutenzione dell'arredo da giardino

L'arredo da giardino deve sempre essere in particolar modo curato e spesso funzionale, con operazioni di restauro e pulizia, perché in inverno i detriti si depositano molto frequentemente, ma anche pioggia, e terriccio. D'estate, invece, il sole tende...
Pulizia della Casa

8 metodi naturali per pulire gli scarichi domestici

Tutti odiano uno scarico intasato, ma puoi considerare un'alternativa naturale per risolvere il problema. Non è necessario ricorrere a chiamare un idraulico o versare bottiglie di sostanze chimiche pericolose. Con 8 metodi naturali è possibile pulire...
Pulizia della Casa

Come sturare il lavandino della cucina

Il lavandino della cucina viene normalmente utilizzato per lavare le stoviglie quali piatti, bicchieri, posate e pentolame, le quali sono spesso sono molto sporche di residui alimentari che, il più delle volte, inevitabilmente finiscono nello scarico...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.