10 modi di utilizzare l'aceto per il bucato

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Le alternative naturali ai prodotti inquinanti si trovano spesso nelle sostanze più semplici e note. L'aceto è di fatto uno fra queste, potendo sostituirsi a molti prodotti chimici nel vasto ambito delle pulizie domestiche. Con questa guida in particolare andremo a conoscere 10 modi in cui può essere impiegato per il lavaggio ed il mantenimento dei tessuti.
L'aceto migliore da utilizzare con il bucato è quello bianco distillato dall'alcol, ma anche il comunissimo aceto di vino bianco è del tutto adatto agli scopi di seguito elencati.

211

Ammorbidire i tessuti

L'aceto può tranquillamente sostituirsi al comune ammorbidente, e la procedura per farlo è estremamente semplice: versatelo direttamente nell'apposita vaschetta della vostra lavatrice, nella stessa quantità del normale ammorbidente (in genere si parla di circa 350 ml, ma la quantità è variabile a seconda dei chili di bucato).
Ricordatevi di non miscelare l'aceto con il detersivo, in quanto le due sostanze sono incompatibili.
L'aceto, a differenza di molti ammorbidenti, non lascerà tracce sui vestiti e non rovinerà le parti elastiche o quelle in cui è presente la gomma.

311

Sbiancare i capi

Porre circa 350 ml di aceto in un ciclo di risciacquo è sufficiente a conservare il bianco del bucato. Se invece si desidera recuperare il bianco di singoli capi, è possibile immergerli in una bacinella d'acqua tiepida diluita con aceto, lasciandoli a bagno per una notte. Il procedimento può essere ripetuto innumerevoli volte, senza timore di rovinare i tessuti.

Continua la lettura
411

Prevenire la formazione di pelucchi

Spesso, nel giro di pochi lavaggi, vediamo comparire sui nostri capi dei fastidiosi pelucchi.
Per evitarlo è sufficiente aggiungere circa 100 ml di aceto alla lavatrice, nel momento in cui compie l'ultimo ciclo di risciacquo. I tessuti ne gioveranno, mantenendosi più a lungo.

511

Deodorare i capi

Uno dei timori più comuni è che l'aceto possa lasciare sui vestiti un cattivo odore ma, al contrario, esso è in grado di neutralizzare gli odori di cui i capi sono già intrisi, come quello di "chiuso". Potete risolvere questo sgradevole problema aggiungendo circa 240 ml di aceto all'ultimo ciclo di risciacquo della lavatrice, oppure versandolo nello scomparto per l'ammorbidente all'inizio del lavaggio.

611

Rimuovere le macchie

L'aceto si rivela utile anche per eliminare le macchie dai tessuti, dalle più comuni (come quelle di sudore) alle più ostinate (come quelle di catrame).
A tale proposito, basterà versare un po' di aceto sulle macchie e strofinare per qualche secondo. Lasciate quindi riposare il capo per circa 10 minuti, prima di provvedere a lavarlo normalmente.

711

Eliminare i residui di detersivo

Versate in lavatrice circa 240 ml di aceto per eliminare dai vestiti eventuali macchie di detersivo.
Ciò può rivelarsi particolarmente utile per le persone con pelli sensibili, o che soffrono di allergie dovute ai detersivi, poiché l'aceto ne neutralizza le caratteristiche irritanti.

811

Mantenere vivi i colori

Circa 120 ml di aceto da aggiungere alla lavatrice sono sufficienti per mantenere vivi i colori dei vostri capi, sia chiari che scuri.
In questo modo la bellezza dei vestiti verrà protetta senza l'ausilio di agenti aggressivi, garantendo loro una maggior durata.

911

Rimuovere la rigidità dai capi nuovi

L'aceto aggiunto ad un ciclo di lavaggio è in grado di rendere più morbidi e piacevoli al tatto i capi appena acquistati, che spesso sono caratterizzati da una rigidità poco confortevole. Viene inoltre in aiuto per rimuovere le eventuali sostanze chimiche che possono essere presenti sugli stessi.

1011

Pulire la lavatrice

Tenere pulita la lavatrice e le sue tubature è un compito semplice: basterà farle fare un lavaggio a vuoto, solamente con acqua e circa 240 ml di aceto.
Questa facile operazione, che è bene ripetere almeno una volta al mese, consentirà di rimuovere lo sporco incrostato e di contrastare la formazione di muffe.
Per pulire con precisione le guarnizioni della lavatrice o rimuovere manualmente residui di sapone, è possibile strofinare la parte interessata con uno straccio bagnato di aceto bianco.

1111

Lavare i capi a mano

L'aceto viene anche incontro a chi ha necessità di lavare i propri capi a mano, senza l'uso di detersivi.
A tale proposito, immergete i vestiti in una bacinella d'acqua fretta diluita con una ragionevole quantità di aceto (variabile a seconda della grandezza dei capi). Lasciate agire la soluzione per molte ore senza agitarla, ed infine risciacquate i tessuti.
Questa operazione è particolarmente consigliata per i capi molto delicati.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di muffa dal bucato

Quante volte capita che, pur avendoli lavati con cura, gli asciugamani continuino a non avere un bel profumo e puzzano invece di muffa? Questo succede perché rimanendo umidi per molto tempo la muffa si infila tra le fibre e un semplice lavaggio, anche...
Pulizia della Casa

Come fare un gel sapone da bucato in casa

Nella seguente guida verrà spiegato come fare un gel sapone da bucato in casa. Ma perché farlo in casa e non acquistalo direttamente al supermercato? Beh, le motivazioni sono molteplici, ma la più importante è che molti dei detersivi in commercio...
Economia Domestica

Come fare il bucato senza ammorbidente

La parola bucato mette un po' tutti in agitazione, soprattutto chi è meno pratico con le faccende domestiche. Ottenere un bucato perfetto non è così difficile, soprattutto per le casalinghe. Il bucato migliore si ottiene con il lavaggio a mano ma per...
Pulizia della Casa

Come fare un bucato bianco splendente con la lavatrice

Quante volte vi è capitato di fare un bucato, in lavatrice di solo bianco, con lenzuola, asciugamano, strofinacci da cucina, e tanto altro. Avete provato mettendo con tanto detersivo, ammorbidente perché non rimangano cattivi odori e perché i panni...
Pulizia della Casa

5 cose da non fare quando si lava il bucato

Vivere da soli è sempre un passo importante sia per gli uomini che per le donne. Amministrare una casa, lavare, stirare, cucinare e fare il bucato, sono solo alcune delle molteplici mansioni che spettano a chiunque scelga di vivere da solo. Se per esempio...
Pulizia della Casa

Come fare a non usare l’ammorbidente

I detersivi per il bucato contengono sostanze di origine petrolchimica e profumi sintetici, entrambi altamente inquinanti ed allergizzanti. L'ammorbidente è fra tutti, quello che può dare più problemi di sensibilizzazione alla nostra pelle poiché...
Pulizia della Casa

Alternative naturali all'ammorbidente

Se per il nostro bucato non intendiamo acquistare alcun prodotto ammorbidente, possiamo invece optare per quelli naturali che sono di facile reperibilità in casa e molto efficienti. In questa lista nel dettaglio, ne citiamo alcuni di uso comune che con...
Pulizia della Casa

Come sbiancare il bucato in modo ecologico

Il bucato è ormai diventato un appuntamento quotidiano a cui non possiamo esimerci. È sufficiente infatti caricare le nostre lavatrici e aggiungere il prodotto che preferiamo, per ottenere della biancheria profumata e pulita. Purtroppo, molto spesso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.